Scegli la tua località:

Paese

Dal reparto alla linea di analisi: come automatizzare l'intero processo di trasporto dei campioni di laboratorio.


Olle Bulder
15 dicembre 2021
Ospedale
Tempo di lettura: 4 minuti
I laboratori costituiscono la base per ogni diagnosi e raccomandazione di terapia in un ospedale. Un'analisi dei campioni affidabile e mirata permette ai medici di prescrivere rapidamente la terapia giusta. In questo ambito, i processi snelli sono garantiti dalle soluzioni di automazione. Soprattutto quando i prodotti medici vengono trasportati dal reparto al laboratorio, i sistemi di posta pneumatica e le stazioni completamente automatizzate consentono di ridurre i tempi di attesa. Il caricamento dei campioni nella linea di analisi in laboratorio è di solito l'ultima procedura che viene ancora gestita manualmente in molti ospedali. È possibile automatizzare anche questa fase?
Automazione di laboratorio

 

Le equipe di cura si affidano all’analisi dei campioni per fare una diagnosi precoce. Migliaia di campioni e provette raggiungono un laboratorio ospedaliero ogni giorno, ed è un fatto: i laboratori sono uno dei luoghi più importanti in un ospedale. Qui, i campioni vengono analizzati per trarre conclusioni su possibili malattie. I risultati vengono inoltrati ai medici. Le equipe di cura si affidano all’analisi dei campioni per fare una diagnosi precoce. Migliaia di campioni e provette raggiungono un laboratorio ospedaliero ogni giorno, ed è un fatto: i laboratori sono uno dei luoghi più importanti in un ospedale. Qui, i campioni vengono analizzati per trarre conclusioni su possibili malattie. I risultati vengono inoltrati ai medici.  

La velocità, l'affidabilità e la precisione nell'elaborazione dei campioni sono di grande importanza. Tutti e tre gli aspetti possono essere supportati da soluzioni di trasporto automatizzate come i sistemi di posta pneumatica. Grazie a una stazione di ricezione che apre automaticamente i bossoli all'arrivo, un altro step in laboratorio può essere automatizzata.

Scarico dei campioni completamente automatizzato con l'OpenLog

La stazione di posta pneumatica OpenLog permette di risparmiare tempo nei laboratori, tempo che può essere poi impiegato nell'analisi dei campioni. OpenLog permette un processo di ricezione e scarico completamente automatizzato del materiale che viene trasportato all'interno dei bossoli. Questo elimina la necessità di gestire manualmente i bossoli nella stazione di ricezione. La stazione poi re-immette automaticamente i bossoli vuoti nel sistema di tubi, in modo che arrivino alla stazione di invio che più ne necessita nell'ospedale.

Grazie a questo processo automatizzato, gli operatori possono risparmiare fino al 50% del tempo rispetto a una stazione standard, perché viene eliminata la necessità di rimuovere manualmente il materiale dal bossolo. In un'ora, OpenLog può aprire e scaricare fino a 120 bossoli.

Nonostante questo alto livello di automazione, rimane un'ultima fase manuale: il contenuto dall'interno del bossolo deve arrivare dalla stazione al modulo di caricamento delle provette. Le provette devono essere smistate prima di raggiungere la linea di analisi. Anche se si tratta di solito di una distanza di pochi metri, questa fase comporta le seguenti sfide:

  • personale medico altamente qualificato impegnato su compiti ripetitivi
  • possono verificarsi errori dovuti al trasporto manuale
  • i movimenti ripetitivi portano a problemi ergonomici nel personale

 

Queste sfide possono essere superate aggiungendo un modulo aggiuntivo - un'interfaccia che gestisce il trasporto manuale tra la stazione di ricezione e la linea di analisi.

Automazione di laboratorio con OpenLog
OpenLogs permette un processo di scarico completamente automatizzato dei campioni di laboratorio dai vettori ricevuti.

OLI – la connessione diretta dalla stazione PTS alla linea di analisi di laboratorio

OLI sta per OpenLog Interface e aggiunge una nuova dimensione all'automazione di laboratorio. L'interfaccia è un modulo aggiuntivo che può essere collegato direttamente alla stazione di arrivo in laboratorio. Dall'altra parte, è collegato al modulo di caricamento di provette e quindi direttamente alla linea di analisi.

Ecco cosa succede all'interno del modulo:

  1. Dopo che il bossolo viene aperto automaticamente dalla stazione ricevente, i campioni scivolano nell'interfaccia.
  2. Lì, entrano in un bossolo aperto utilizzato per i campioni.
  3. Questo bossolo viene inviato al modulo di caricamento attraverso un tubo.
  4. Il bossolo raggiunge uno scivolo a spirale dove i campioni scivolano fuori dolcemente dal bossolo aperto.

 

Un compressore a controllo di frequenza assicura un trasporto sicuro, e i passaggi manuali vengono eliminati grazie a questa configurazione. Poiché lo spazio nei laboratori è spesso limitato, questa soluzione di interfaccia può essere installata anche fuori dal laboratorio. Questo crea uno spazio che può essere utilizzato per la corretta esecuzione dei test di laboratorio, nonché per altre attrezzature tecniche.

Vantaggi in breve

I laboratori di solito lavorano 24 ore su 24, e il potenziale di risparmio di tempo prezioso e di risorse finanziarie aumenta. Questo è possibile grazie a:

  • riduzione del lavoro manuale per il trasporto dei campioni
  • diminuzione del lavoro ripetitivo per i dipendenti del laboratorio
  • riduzione del tempo di attesa per i risultati
  • una diagnosi più veloce permette di iniziare prima il trattamento, con risultati più rapidi e conseguente minore occupazione dei letti dei pazienti

 

L'integrazione diretta di un PTS nella linea di analisi è redditizia?

I processi che vengono ottimizzati con l'aiuto di soluzioni di automazione non solo supportano il personale di laboratorio, ma hanno anche un impatto sulla redditività di un ospedale. Confrontando i costi di investimento e i parametri specifici dell'ospedale, è possibile determinare il ROI (Ritorno sull’Investimento) di un'interfaccia OpenLog. Per calcolare una cifra realistica, occorre misurare le variabili in loco e confrontarle con gli standard del paese.

Liberare tempo per l'analisi dei campioni.

La prima installazione di OLI all'UMC Utrecht

La prima installazione di OLI è stata realizzata presso l'University Medical Center Utrecht in Olanda. Da molti anni l'ospedale utilizza con successo un sistema di posta pneumatica TranspoNet per il trasporto automatizzato di campioni medici. 53 stazioni e 11 linee di trasporto sono utilizzate per eseguire 2.000 trasporti al giorno. Una media di 700 campioni di sangue al giorno raggiungono il laboratorio attraverso due stazioni OpenLog.

Insieme al team di UMC Utrecht, i nostri esperti hanno sviluppato e progettato un'interfaccia OpenLog per i requisiti specifici dell'ospedale. Tutte le sfide e i requisiti tecnici sono stati raccolti per sviluppare una soluzione ottimale e rendere sorpassati anche gli ultimi passaggi manuali.

 

Sei in una situazione simile a quella di UMC Utrecht? Parlaci del tuo laboratorio. Quanto spazio hai? Quali sono i tuoi requisiti tecnici? Il nostro team di esperti è a disposizione per collaborare con te alla tua soluzione individuale.

Informazioni sull’autore:

Olle Bulder come Head of Service Sales per la regione EMEA è responsabile di sostenere i nostri clienti nella scelta della soluzione più adatta.


Ulteriori informazioni su Olle Bulder
Cerca tutti i tag
IntralogisticaNew WorkServizioAutomazione per la FarmaciaEsperienza dei dipendentiFuture FarmacieDigitalizzazioneOpen PharmacyConsigli per le candidatureFarmacia OspedalieraPharmacists InsightsAutomazione dei TrasportiSistema di posta pneumaticaIntervistaPurple CultureClosed Loop Medication ManagementRisorse UmaneSicurezza dei PazientiMonodoseModernizzazionePianificazione ospedaliera

Questo sito web utilizza i cookie (per saperne di più) per offrivi l’assistenza migliore anche online. Se si continua a navigare sul nostro sito web, utilizziamo solo i cookie necessari dal punto di vista tecnico. Cliccando su ""OK"", si accetta anche l'utilizzo di cookie di marketing. Con un clic su ""Impostazioni cookie"" è possibile selezionare quali cookie utilizziamo.

Impostazioni cookie