Scegli la tua località:

Paese

Come stanno cambiando gli ospedali europei? Quali sono le sfide e i traguardi raggiunti finora?


Julia Kahraman
31 maggio 2023
Ospedale
Tempo di lettura: 6 minuti
Dalla Scandinavia ai Paesi Bassi, passando per la Germania, la Francia e la Svizzera, il panorama sanitario si presenta variegato: diverse sono le tendenze in atto e le sfide che i Paesi europei devono affrontare. Ogni ospedale, pubblico o privato, adotta infatti approcci e requisiti diversi. Guardiamo più da vicino il settore ospedaliero europeo per comprenderne l'organizzazione attuale, le sfide e le tendenze emergenti. Nel nostro viaggio in 5 tappe vedremo in che modo ciascuno Stato affronta le complesse sfide di un settore ospedaliero in evoluzione.

Qual è la situazione attuale in Europa?

Gli ospedali si trovano dinanzi a una serie di difficoltà che spaziano dalla necessità di ridurre i costi alla carenza di personale qualificato, dall'introduzione di processi digitali al problema della protezione dei dati. Ogni Paese adotta approcci e strategie diversi. Abbiamo esaminato da vicino i sistemi sanitari di Danimarca, Paesi Bassi, Germania, Francia e Svizzera.

La Scandinavia ha messo in atto concetti innovativi che aumentano efficienza e qualità delle cure

La Scandinavia ha adottato già da tempo una completa ristrutturazione a livello organizzativo, ponendo così le basi per la realizzazione dei cosiddetti super ospedali. Le autorità statali mirano a migliorare efficienza e qualità dell’assistenza e ridurre allo stesso tempo la spesa. Come? Ampliando le aree specialistiche, concentrandosi sul trattamento dei pazienti acuti, su un minor numero di ricoveri ospedalieri e investendo in e-health.

Prendiamo il caso danese. Nel 2007 la Danimarca ha varato una riforma globale della sanità, incentrata sull’ammodernamento del settore ospedaliero, che ha avuto ripercussioni sull’intera regione scandinava. La riforma ha visto infatti la trasformazione delle cliniche di piccole dimensioni in grandi e ultramoderni super ospedali; nell'attrarre pazienti provenienti da Paesi scandinavi e non, queste strutture competono tra loro sulla base di apposite graduatorie e calcoli di redditività.

Le strutture sono dotate delle più moderne tecnologie di impiantistica sanitaria e ICT in modo da fornire ai pazienti efficienza e cure ai massimi livelli. Le strutture ospedaliere, incentivate da specifici investimenti statali, accolgono di buon grado le soluzioni che promettono l'efficientamento o una migliore assistenza ai pazienti.

Digitalizzazione e e-health fanno parte ormai della routine quotidiana, come dimostrano sia le dotazioni dei nuovi super ospedali scandinavi che i livelli di assistenza di cui godono i pazienti. Il successo delle misure adottate è tangibile: la durata media di degenza negli ospedali danesi è di soli 3,7 giorni, la più breve fra tutti i Paesi dell'Unione europea, mentre è doppia in Germania (7,2 giorni).

La digitalizzazione abbatte i costi del sistema sanitario olandese

Nei Paesi Bassi gli ospedali pubblici fanno concorrenza alle strutture private. La digitalizzazione e le soluzioni di automatizzazione  hanno un ruolo cruciale in Olanda perché i pazienti si rivolgono di preferenza alle strutture ospedaliere che offrono cure di prim'ordine e tecnologie all'avanguardia.

Da anni i Paesi Bassi investono in modo mirato nella digitalizzazione della medicina, delle cure e in soluzioni self-service per i pazienti. Questi investimenti sono possibili perché il Paese ha adottato già da molti anni la prescrizione digitale delle terapie e l'archiviazione elettronica dei dati. Lo Stato olandese incentiva queste misure che riducono i costi dell'assistenza sanitaria e aumentano la qualità delle cure.

Come molti altri Stati, anche i Paesi Bassi devono far fronte a una carenza di personale specializzato. Nel 2023 sono previsti ulteriori investimenti per 130 milioni di euro per ridurre il carico di lavoro che grava sul personale e attrarre nuovi operatori sanitari.

La Germania spende molto per garantire ai cittadini il facile accesso alle cure

Veniamo adesso allo Stato che confina direttamente con i Paesi Bassi: la Germania. Nel confronto internazionale, la Germania sborsa molto per la sanità e i cittadini usufruiscono di un ottimo accesso al sistema e di un'ampia gamma di prestazioni sanitarie; tuttavia fra i Paesi OCSE, la Germania si attesta solo su livelli medi per quanto attiene alla qualità dell'assistenza.

La quota di strutture pubbliche in Germania è in costante diminuzione: è passata dal 44,6% nel 1992 al 29% nel 2020. Un numero sempre crescente di comuni o länder cede le proprie strutture a operatori privati che perseguono finalità di lucro: la quota è passata infatti dal 15,5% nel 1992 al 38,5% nel 2020. Se si guarda invece al numero di posti letto, le strutture pubbliche tedesche detengono tuttora la maggioranza dei 650.167 posti letto (nel 2020), sebbene la tendenza sia verso la diminuzione.

A differenza dei Paesi nordici, in Germania la digitalizzazione pone grandi sfide al settore ospedaliero, caratterizzato da infrastrutture IT obsolete o assenti, rigide norme in materia di protezione dei dati e dai complessi iter burocratici degli enti pubblici. Inoltre è difficile attuare approcci unitari e centralizzati dal momento che il sistema ospedaliero è fortemente decentrato. Tuttavia, si delinea una chiara tendenza nella gestione ospedaliera del farmaco: le farmacie centrali riforniscono l'ospedale principale e alcune strutture satellite. Allo stesso tempo, l'Associazione dei Farmacisti promuove la terapia in dose unitaria nell'ambito di un processo di gestione del farmaco in closed loop.

La Francia spinge su digitalizzazione e automatizzazione nel settore sanitario

In Francia, circa l'85% del settore ospedaliero è pubblico e il restante 15% privato. Le strutture sanitarie francesi hanno un elevato numero di posti letto (386.918 nel 2020), la maggior parte dei quali si trova in ospedali specializzati e di grandi dimensioni. Se si considera il numero di posti letto, si nota un calo del 7,15% nel periodo 2010-2021, mentre in Germania la diminuzione è stata solo del 3,6%.

Sul fronte della digitalizzazione e automazione gli ospedali francesi sono più evoluti di quelli tedeschi, soprattutto per quello che riguarda l'introduzione delle cartelle cliniche elettroniche e lo scambio dei dati sanitari, sebbene non abbiano raggiunto il livello dei Paesi scandinavi e dei Paesi Bassi. Ciò è dovuto alle dimensioni e alla complessità del sistema sanitario francese.

Tuttavia la tendenza va verso un aumento degli investimenti in tecnologia e digitalizzazione con questi obiettivi primari:

  • efficientamento dei costi
  • gestione della documentazione
  • gestione del paziente
  • comunicazione tra operatori del settore sanitario

 

La sfida per le strutture ospedaliere francesi consiste nell'accompagnare il personale sanitario lungo questo percorso di cambiamento.

Per quanto riguarda la somministrazione dei farmaci ai degenti, gli ospedali francesi si stanno orientando verso un approccio centralizzato che fa capo alle farmacie ospedaliere. Come in Germania, anche qui si sta facendo sempre più strada la dispensazione del farmaco in dose unitaria.

La Svizzera vanta uno dei migliori sistemi ospedalieri al mondo

E, per finire, analizziamo la situazione svizzera. La sanità svizzera è prevalentemente pubblica, ma il settore privato, seppur di dimensioni contenute, è in crescita. Gli esperti prevedono che la Svizzera adotterà i modelli olandesi e scandinavi anche se al momento non sono state ancora varate specifiche riforme in tal senso. Il sistema ospedaliero svizzero è considerato uno dei migliori al mondo. La spesa elevata che grava sul Paese impone dunque la necessità di contenere i costi.

Gli ospedali svizzeri hanno già adottato una serie di misure, quali:

  • digitalizzazione
  • ammodernamento
  • cartelle cliniche elettroniche
  • sistema di scambio dei dati sanitari
  • telemedicina

 

Gli ospedali svizzeri puntano in misura crescente sulle cure ambulatoriali e la riduzione della durata di degenza, in modo da aumentare la qualità dell'assistenza e abbattere la spesa. Gli ospedali tendono inoltre a raggruppare le forniture di medicinali attraverso la farmacia centrale che rifornisce sia i reparti che gli ambulatori.

I costi elevati della digitalizzazione e dell'aggiornamento tecnologico rappresentano una sfida, soprattutto per gli ospedali pubblici che devono confrontarsi con i vincoli di bilancio. L'archiviazione e la gestione sicura dei dati sensibili dei pazienti è resa difficile anche da rigide norme in materia di privacy. Come quasi tutti i Paesi europei, anche la Svizzera deve fare i conti con la carenza di personale. Ciò può frenare il progresso tecnologico e digitale in termini di competenze, innovazione e cambiamento.

Le migliori prassi dei Paesi confinanti

Questo viaggio attraverso i differenti sistemi sanitari europei ci ha permesso di comprendere meglio le sfide e gli approcci innovativi adottati dai Paesi presi in esame. Confrontando le buone pratiche e adottando gli approcci sperimentati con successo in altri Stati, possiamo migliorare i sistemi sanitari e l’assistenza ai pazienti.

Una delle conclusioni più importanti che si può trarre è il ruolo cruciale della digitalizzazione in ambito sanitario. Investire in soluzioni digitali e automatizzate per aumentare l'efficienza e abbattere la spesa è indispensabile, data la cronica carenza di personale in tutta Europa, e ci permetterà di dare la priorità alle cure e migliorare i risultati delle terapie.

Al centro di tutte le considerazioni resta comunque il paziente. Attuando misure lungimiranti e promuovendo la trasformazione digitale possiamo realizzare, oggi e per le generazioni future, un sistema sanitario più sostenibile e incentrato sui pazienti.

Informazioni sull’autore:

Julia Kahraman, Head of Marketing EMEA/APAC & Global Brand and Communication Manager di Swisslog Healthcare.


Ulteriori informazioni su Julia Kahraman
Cerca tutti i tag
IntralogisticaMonodosePurple JourneyConsigli per le candidatureAutomazione per la FarmaciaOpen PharmacyPurple CultureRisorse UmanePharmacists InsightsEsperienza dei dipendentiAutomazione dei TrasportiDigitalizzazioneClosed Loop Medication ManagementFuture FarmacieServizioIntervistaRepartiFarmacia OspedalieraSistema di posta pneumaticaModernizzazionePianificazione ospedalieraInnovationenNew WorkSicurezza dei Pazienti