Scegli la tua località:

Paese

Florence Nightingale, la donna che ha riformato il sistema sanitario


Julia Broecker
8 maggio 2024
Ospedale
Tempo di lettura: 6 minuti
Il benessere del paziente rappresenta la priorità assoluta per l'assistenza sanitaria. Facile a dirsi, ma come si può garantire un'assistenza ottimale? Ogni azione incentrata sul paziente presuppone una sinergia fra l'organizzazione opportunamente strutturata, la cura mirata e l'assistenza personalizzata. Non è sempre facile soddisfare questi requisiti. Florence Nightingale ha avuto un ruolo chiave nella storia dell'assistenza infermieristica e aperto la strada al sistema sanitario moderno come lo conosciamo oggi.
Florence Nightingale

Florence Nightingale, la "signora della lampada"

Florence Nightingale nasce il 12 maggio 1820 a Firenze da genitori benestanti e muore il 13 agosto 1910 a Londra. Considerata la fondatrice della moderna professione infermieristica, ha istituito la prima scuola per infermiere basata su nozioni scientifiche e contribuito a numerose riforme del sistema sanitario.

È stata inoltre pioniera nell'ambito della rilevazione statistica apportando alle scienze infermieristiche le proprie competenze in matematica. Florence Nightingale è stata la prima donna a ricevere l'Ordine al Merito britannico. In sua memoria si celebra ogni anno la Giornata internazionale dell'infermiere in coincidenza con la sua data di nascita, il 12 maggio.

Momenti salienti della biografia di Florence Nightingale

La vita di Florence Nightingale è segnata da alcuni eventi decisivi. Diversamente dalla maggior parte delle donne del periodo vittoriano, Florence gode sin da giovanissima di un livello di istruzione molto elevato. Grazie al padre apprende le lingue antiche, moderne e la filosofia, crescendo sempre più colta e riflessiva. A 16 anni avverte una chiamata divina e decide di seguire la propria vocazione dedicandosi alla cura dei malati per alleviare le sofferenze umane. La sua scelta è osteggiata: la professione di infermiera all'epoca non gode di prestigio sociale e non è considerato un lavoro accettabile per una donna.

L'inizio della sua carriera

Solo dopo molte suppliche Florence Nightingale riesce a persuadere il padre delle sue aspirazioni; nel 1851 inizia la propria formazione presso un istituto protestante a Kaiserswerth, in Germania. Tornata in patria due anni dopo, Florence Nightingale è nominata responsabile nell'ospedale di Londra dove migliora significativamente sia l'assistenza che la gestione.

Un nuovo metodo organizzativo

Durante la guerra di Crimea (1853-1856) Florence Nightingale riesce, nonostante le condizioni avverse, ad attuare con grande impegno un sistema di assistenza ai feriti basato su un nuovo modello organizzativo – un battistrada per la gestione moderna dei farmaci. A partire dal 1856, dopo un incontro con la Regina Vittoria, Florence Nightingale avvia in Inghilterra una serie di riforme sociali e sanitarie. Si devono a lei e all'influsso del suo operato numerosi altri cambiamenti nella struttura assistenziale risalenti a questo periodo.

La riforma della formazione professionale

Fra il 1859 e il 1860 escono una serie di sue pubblicazioni, fra cui le celebri "Notes on Hospitals" e "Notes on Nursing". Nel 1860 Florence Nightingale inaugura la propria scuola per infermiere, finanziata dal Nightingale Fund. Grazie a questa scuola le donne hanno per la prima volta la possibilità di accedere alla professione infermieristica seguendo un percorso di formazione strutturato.

Florence Nightingale e la sua bibliografia dimostrano in modo eloquente quanto possono incidere in modo efficace e duraturo i cambiamenti apportati al sistema sanitario.

L'importanza di Florence Nightingale nella storia della professione infermieristica

Le donne che lavorano fuori casa non sono viste di buon occhio in epoca vittoriana e l'esercizio della professione infermieristica è considerato addirittura un tabù. Le opportunità sono pressoché precluse alle donne con un profilo professionale atipico che restano perciò dipendenti dalla famiglia o dal coniuge.

Fondando la scuola per infermiere, Florence Nightingale fornisce alle donne l'accesso all'istruzione superiore, permettendo alle infermiere di accrescere ben presto il proprio prestigio, e alle donne di partecipare maggiormente alla società. Il suo modello formativo viene adottato in tutto il mondo; le donne ottengono così accesso all'istruzione secondaria e a professioni che prevedono un'attività formativa pratica.

L'interesse di Florence Nightingale per i dati e la statistica ha ispirato i modelli odierni che permettono la rilevazione precisa di:

  • decessi
  • efficacia
  • colli di bottiglia nell'approvvigionamento
  • malattie

 

Il suo metodo che consiste nel rappresentare i dati con diagrammi, come i grafici a torta, contribuisce oggi come allora a una raccolta e analisi dei dati chiara.

Coxcomb Diagramma
Il diagramma polare Coxcomb è stato sviluppato da Florence Nightingale con l'aiuto di William Farr. Mostra il numero di morti durante la Guerra di Crimea a causa di infezioni. Queste morti avrebbero potuto essere evitate.

A lei si debbono oltre 200 pubblicazioni, scritte in un linguaggio semplice e comprensibile che, rese accessibili a un vasto pubblico, hanno consentito anche ai non addetti ai lavori di comprendere e applicare i principi essenziali dell'assistenza al malato.

Convinta dell'importanza della divulgazione delle conoscenze, Florence Nightingale prosegue a scrivere, anche quando è costretta a letto da una malattia cronica e la salute continua a peggiorare.

Assistenza incentrata sul paziente, pianificazione strutturata e operato orientato all'obiettivo sono principi generali tuttora validi nell'assistenza infermieristica di cui siamo debitori a Florence Nightingale.

Il ruolo e l'opera di Florence Nightingale durante la guerra di Crimea

Quando nel 1853 scoppia la guerra tra la Russia e l'Impero Ottomano, il principale teatro delle operazioni belliche è la penisola di Crimea. L'Inghilterra combatte come alleata al fianco dell'Impero Ottomano. Le condizioni degli ospedali inglesi sono pessime:

  • non esiste alcun sistema di trattamento
  • i soldati feriti sono curati miseramente
  • manca qualsiasi materiale di approvvigionamento

 

Quando si viene a conoscere la drammaticità della situazione l'Inghilterra è scossa da grande indignazione e si invocano migliorie immediate. L'allora Ministro della Guerra si rivolge per aiuto all'esperta infermiera, nello stesso momento in cui Florence Nightingale scrive di sua spontanea iniziativa una lettera alla consorte del Ministro, offrendo la propria assistenza.

L'arrivo nella zona di guerra

Dopo brevi preparativi, Florence Nightingale raggiunge l'area di crisi con 38 infermiere. Qui però viene respinta: gli ufficiali impediscono l'accesso ai feriti rifiutando l'assistenza delle infermiere. Solo quando l'ospedale militare è al collasso è consentito loro di intervenire. Alle infermiere è chiesto di occuparsi principalmente dell'approvvigionamento e della pulizia del materiale necessario e di soddisfare le necessità fondamentali dei soldati. Distribuiscono cibo e approntano vestiti puliti, oltre a fornire supporto psicologico.

Florence Nightingale individua le condizioni che occorrono per favorire una rapida guarigione. Tiene un registro rigoroso dei decessi, delle malattie, ecc. e, dalle conoscenze acquisite, trae conclusioni sui metodi di cura. Dopo il suo arrivo il tasso di mortalità diminuisce drasticamente.

La "signora della lampada"

Florence Nightingale è nota anche come "signora della lampada" per via del suo impegno eroico durante la guerra. Nei numerosi turni di notte passa da un letto all'altro con una piccola lanterna dando conforto e curando con dedizione i soldati inglesi feriti. Si guadagna così massimo rispetto e stima non solo sul campo, ma anche in patria.

La giornata internazionale dell'infermiere in omaggio a Florence Nightingale

In coincidenza con la data di nascita della celebre infermiera, si celebra ogni 12 maggio la giornata internazionale dell'infermiere per ricordare le prassi e i metodi rivoluzionari da lei adottati e mettere in rilevo l'importanza della professione infermieristica. Oggi come allora gli infermieri si trovano ad affrontare sfide che richiedono soluzioni adattive, facendosi carico della grande responsabilità che ricade sulle loro spalle. In ultima analisi, comunque, tutti i processi devono concorrere al bene del paziente.

In conclusione, l'assistenza infermieristica moderna sarebbe impensabile senza Florence Nightingale.

Florence Nightingale ha aperto la strada allo sviluppo progressivo del sistema sanitario. É grazie a lei che sono stati introdotti gradualmente dei miglioramenti che contribuiscono in modo decisivo al benessere del paziente. L'esperienza di Florence Nightingale dimostra quanto sia importante ottimizzare costantemente i processi sia interni che esterni.

Oggi possiamo raggiungere questo obiettivo anche con l'ausilio dell'automazione, ma ciò che più conta alla fine sono proprio i pazienti che Florence Nightingale ha sempre messo al primo posto.

Informazioni sull’autore:

Julia Bröcker intuisce le sottigliezze linguistiche e arricchisce la nostra comunicazione interna ed esterna.


Ulteriori informazioni su Julia Broecker
Cerca tutti i tag
DigitalizzazioneIntralogisticaRepartiPharmacists InsightsPurple CultureServizioFarmacia OspedalieraClosed Loop Medication ManagementOpen PharmacyRisorse UmaneFuture FarmaciePianificazione ospedalieraAutomazione per la FarmaciaConsigli per le candidatureInnovationenPurple JourneyAutomazione dei TrasportiNew WorkSistema di posta pneumaticaSicurezza dei PazientiMonodoseIntervistaEsperienza dei dipendentiModernizzazione